Oggi l’1% dei tuoi acquisti sarà donato alla lotta contro il cancro
Area Sacra

L’Area Sacra è la zona dove si trovano le rovine dei templi più antichi che si conservano a Roma. Attualmente l’area è occupata da centinaia di gatti che l’abitano fra i resti archeologici.

La scoperta

L’Area Sacra emerse fra il 1926 e il 1930, nel corso dei lavori di costruzione di un edificio. La zona era occupata da quattro templi del III secolo a.C., ma anche dal Teatro e dalla Curia di Pompeo, il luogo dove fu assassinato Giulio Cesare.

Poiché non si sa a chi erano dedicati i templi, a ognuno di loro fu assegnato come nome una lettera dell’alfabeto: A, B, C e D.

La città dei gatti

Dai primi scavi nell’Area Sacra, centinaia di gatti la trasformarono nella loro casa. Oggigiorno possiamo vedere passeggiare i gatti fra le rovine, sentendosi protetti dai resti archeologici.

Insieme ai cancelli che proteggono la zona ci sono dei cartelli che indicano che i gatti sono benvenuti e che non bisogna maltrattarli. Sono dei gatti così importanti per la zona, che hanno anche una propria pagina web creata dall'Associazione Culturale Colonia Felina:

Raccomandabile, soprattutto di notte

I testi dei templi che si conservano nell’Area Sacra formano una delle zone più interessanti di Roma. Le rovine si vedono particolarmente belle con l’illuminazione dorata che le decora di notte, mentre i gatti si nascondono all’ombra degli antichi edifici.

Trasporto

Autobus: linee 40, 46, 62, 64, 70, 81, 87, 186, 492 e 810.

Luoghi vicini

Cripta Balbi (162 m)
Chiesa del Gesù (223 m)
Pantheon di Agrippa (346 m)
Palazzo Venezia (369 m)
Campo de' Fiori (402 m)