Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi è la più spettacolare e grande delle fontane di Roma, con una larghezza di 20 metri e un’altezza di 26 metri.

L’origine della fontana risale al 19 a.C., epoca in cui costituiva la terminazione dell’acquedotto, l’Aqua Virgo. La prima fontana fu costruita nel Rinascimento, su commissione del papa Nicola V.

L'attuale aspetto esterno della Fontana di Trevi risale al 1762 quando, dopo vari anni di costruzione ad opera di Nicola Salvi, fu finalizzata dall’architetto e scenografo Giuseppe Pannini.

Come aneddoto, il nome di Trevi deriva da Tre Vie, dato che la fontana era il punto d’incontro di tre strade.

La leggenda della Fontana di Trevi

Perché la gente lancia monete nella fontana?

La leggenda nacque nel 1954 con il film “Tre soldi nella fontana di Trevi” e afferma quanto segue:

  • Lanciando una moneta nella fontana: tornerai a Roma.
  • Lanciando due monete nella fontana: troverai l’amore con un italiano.
  • Lanciando tre monete nella fontana: ti sposerai con la persona che hai conosciuto.

Affinché funzioni, è raccomandabile lanciare la moneta con la mano destra al di sopra della spalla sinistra.

Una curiosità: ogni anno si estraggono dalla fontana circa un milione di euro in monete. Dal 2007 questo denaro è dato in beneficenza.

La fontana più bella del mondo

Per noi, quella di Trevi è la fontana più bella del mondo. Sia di giorno, sia avvolta dalle tenui luci notturne, questa straordinaria fontana non delude mai.

La zona è piena turisti e di venditori di rose. La cosa migliore per vivere al meglio la visita è quella di estraniarsi dal convulso contesto in cui la fontana è immersa, contemplando le scenografie architettoniche di questo luogo magico.