Il Colosseo

Il Colosseo (Amphitheatrum Flavium) è il simbolo di Roma e un’imponente costruzione che, con quasi 2.000 anni d’antichità, vi farà retrocedere nel tempo e scoprire com’era l’antica società dell’Impero Romano.

La costruzione del Colosseo iniziò nel 72 a.C. con Vespasiano e si concluse nell’80 con Tito. Terminata la sua costruzione, il Colosseo divenne il maggior anfiteatro romano, con 188 metri di lunghezza, 156 metri di larghezza e 57 metri d'altezza.

Il Colosseo nell’Antichità

Durante l’Impero Romano e con il lemma di “Panem et circenses” il Colosseo Romano (da allora conosciuto come Anfiteatro Flavio) permetteva a più di 50.000 persone di vedere i loro spettacoli preferiti. Le mostre d’animali esotici, le uccisioni di prigionieri, le riproduzioni di scene di battaglie e le lotte dei gladiatori furono per anni gli spettacoli d’intrattenimento dei romani.

Il Colosseo fu operativo per più di 500 anni. Gli ultimi giochi della storia si tennero nel VI secolo.

A partire dal VI secolo il Colosseo soffrì saccheggi, terremoti e persino bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale. Con un grande istinto di sopravvivenza, il Colosseo fu utilizzato durante decadi come magazzino, chiesa, cimitero e incluso come castello signorile.

Il Colosseo al giorno d’oggi

Oggigiorno il Colosseo è, insieme al Vaticano, il maggior punto d’attrazione turistica di Roma. Ogni anno lo visitano 6 milioni di turisti. Il 7 luglio 2007 il Colosseo fu scelta come una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno.

Alcuni dati interessanti

  • Il nome originario di Anfiteatro Flavio (Amphitheatrum Flavium) fu sostituito da quello di Colosseo per la grande statua di Nerone ubicata presso l’ingresso della Domus Aurea, “Il Colosso di Nerone”. La Domus Aurea fu un grande palazzo, costruito per volere di Nerone dopo l’incendio di Roma.
  • L’imperatore Tito inaugurò il Colosseo con 100 giorni di giochi, che costarono la vita a più di 2.000 gladiatori.
  • Il Colosseo aveva una copertura in tela per proteggere dal sole gli spettatori. Sotto all’arena vi erano i macchinari e le gabbie.
  • Vari studi ipotizzano che il Colosseo in passato veniva spesso riempito d’acqua per rappresentare le battaglie navali, ma attualmente non si riscontrano fondamenti scientifici che dimostrino tale teoria.
  • Ogni Venerdì Santo il Papa presiede una Via Crucis nel Colosseo. È sempre stato un luogo unito alla storia della Chiesa e, in tale giorno, si commemorano i primi cristiani morti nell’arena.

Raccomandazioni

Per evitare le lunghe code che fanno perdere varie ore, vi raccomandiamo di arrivare di prima mattina o di comprare il biglietto nel Palatino, dove vi è meno gente e il suo biglietto è combinato con quello del Colosseo.

Un’altra maniera di evitare le lunghe attese è quella di comprare la Roma Pass, una tessera di sconti che offre l’ingresso gratuito e senza code per il Colosseo.

Orario

Tutti i giorni, dalle ore 8:30 al tramonto.
Chiuso a Natale e a Capodanno.

Prezzo

Biglietto per il Colosseo, il Foro e il Palatino:
Adulti: 12€.
Cittadini dell’UE fra i 18 e i 24 anni: 7,50€.
Minori di 17 e maggiori di 65 anni: ingresso gratuito.


Visita guidata del Colosseo, Foro e Palatino 40€