Palazzo Barberini

Palazzo Barberini

Palazzo Barberini è uno splendido edificio barocco, sede della Galleria Nazionale d’Arte Antica, che accoglie più di 1.400 opere di grandi artisti.

Commissionato da Papa Urbano VIII, Palazzo Barberini fu capace di superare in bellezza le residenze più lussuose della nobiltà romana del Seicento.

Il palazzo

Nel 1623, Maffeo Barberini, ormai nominato Papa (Urbano VIII), ordinò la progettazione di un grande palazzo all’architetto Carlo Maderno, che precedentemente aveva ricevuto l’incarico della facciata della Basilica di San Pietro. I lavori iniziarono nel 1625 e furono finalizzati nel 1633 ad opera di Bernini.

Nel 1949, lo stato Italiano acquisì il palazzo per utilizzarlo come sede della Galleria Nazionale d’Arte Antica, la cui collezione si formò a partire dalle donazioni di alcune famiglie nobili.

Il percorso espositivo

La collezione della Galleria Nazionale d’Arte Antica accoglie opere prodotte fra il XIII e il XVIII secolo, fra cui alcuni capolavori di Tiziano, Tintoretto, El Greco e Caravaggio. Il museo espone anche uno dei più celebri capolavori di Raffaello: La Fornarina.

Fra le varie sale sontuosamente decorate, vi è il grande salone centrale, che occupa l’intera altezza dell’edificio. Nel tetto del salone si può contemplare un affresco monumentale di Pietro da Cortona, che offre uno dei migliori esempi d’illusionismo barocco.

Uno museo eccellente

Palazzo Barberini è un magnifico museo che merita la pena d’essere visitato, sia per poter contemplare le sue opere che per conoscere l’edificio, un’imponente architettura con uno straordinario apparato decorativo.

Orario

Da martedì a domenica: dalle ore 8:30 alle 19:00.

Prezzo

Adulti: 7€.
Cittadini dell'UE con un'età compresa fra i 18 e i 25 anni: 3,50€.

Trasporto

Metro: Barberini, linea A.
Autobus: líneas 52, 53, 56, 58, 58, 60, 61, 95, 116, 175, 492 e 590.