Chiesa del Gesù

Chiesa del Gesù

Situata in una zona centrale, vicino a Piazza Venezia, la Chiesa del Gesù fu costruita fra il 1568 e il 1584 e, pertanto, fu la prima chiesa gesuita che si edificò a Roma.

Riccamente decorata dal XVII secolo, attualmente costituisce uno degli esempi più importanti dell'arte barrocca nella capitale.

L’interno

Il tempio non dispone di navate laterali, ma soltanto di piccole cappelle, funzionali per dirigere lo sguardo dei fedeli verso l’altare maggiore.

Realmente interessante è l’affresco della volta, realizzato da Giovan Battista Gaulli (detto il Baciccio o il Baciccia). L’affresco si fonde con dei rilievi in legno e stucco, che offrono all’apparato compositivo un aspetto tridimensionale.

In una delle cappelle si può contemplare la Madonna della Strada, un affresco del XV secolo, che originariamente si trovava nella facciata di Santa Maria della Strada, una chiesa che precedentemente occupava questo luogo.

In una delle zone laterali del tempio vi è la Cappella di Sant'Ignazio di Loyola, una delle meraviglie dell’arte barocca. Qui si trova la tomba del santo, decorata con argento, oro, bronzo, marmo e con alcuni minerali preziosi.

Nella parte destra del transetto vi è la Cappella di San Francesco Saverio, uno dei monaci che, con Sant’Ignazio di Loyola, fondò la Compagnia di Gesù. Presso l’altare si conserva un reliquiario d'argento, dove si conserva l’avambraccio destro del santo.

Gradevole ma non sorprendente

A nostro avviso, quella del Gesù, non è una delle chiese più belle di Roma, ma offre, comunque, il vantaggio di trovarsi in una zona centrale, vicino a Piazza Venezia.

Orario

Tutti i giorni, dalle ore 9:30 alle 17:30.

Prezzo

Ingresso gratuito.

Trasporto

Metro: Colosseo, linea B.
Autobus: linee 60, 84, 85, 87, 175, 810 e 850.