Campo de' Fiori

Campo de' Fiori

Con un’atmosfera vivace sia di giorno, per i suoi mercatiniche di sera, per i ristoranti e locali, Campo de' Fiori è una delle zone più autentiche di Roma.

Il passato della piazza

La piazza di Campo de' Fiori fu costruita nel 1456 per ordine di Papa Calisto III nel luogo dove prima si trovava un campo di fiori, come il suo stesso nome indica.

Dopo la ristrutturazione della zona e la costruzione di notevoli edifici, come Palazzo Orsini, la piazza divenne un luogo molto frequentato dalle personalità più importanti della città.

Campo de' Fiori divenne un luogo prospero, pieno di negozi d’artigianato e di alberghi, dove in passato, due volte a settimana, vi era un mercato di cavalli.

La piazza era anche il luogo dove si tenevano le esecuzioni capitali, come oggigiorno ci ricorda l’imponente statua di Giordano Bruno nel centro della piazza. Questo famoso filosofo fu bruciato nella piazza nel 1600, per l’accusa di eresia, e nel 1889 si installò in suo onore tale monumento.

La piazza al giorno d'oggi

Al giorno d’oggi Campo de' Fiori è uno dei luoghi più famosi della capitale. Dal 1869 tutte le mattine, dal lunedì al sabato, si tiene un mercato con cibo, fiori e vari prodotti.

Di sera Campo de' Fiori è una zona molto gradevole per cenare in uno dei suoi locali all’aperto.